DOMENICA DI CARTA 2018

Archivio d Stato di Salerno - Archivio di Stato, Antonio Baglivo e Vito Pinto

14 ottobre - 2 dicembre 2018 - Mostre

Domenica di carta 2018 jpeg

L’Archivio di Stato di Salerno, per il secondo anno consecutivo, ospita una mostra di libri, che, nel caso della produzione di Antonio Baglivo, sono elementi unici di un artista eclettico ed originale.
Non a caso si è ritenuto opportuno far coincidere l’inaugurazione della mostra con la giornata nazionale della Domenica di Carta, evento di carattere nazionale organizzato dal Ministero per i beni e le attività culturali: una giornata dedicata alla carta intesa come supporto di scritti memoria di avvenimenti più o meno lontani nel tempo, comunque veicolo della conoscenza della nostra storia. Tra le finalità, che la giornata si propone, c’è anche la diffusione della conoscenza del nostro patrimonio culturale che è decisamente un bene di tutti ma che può anche essere del tutto ignoto perchè ritenuto “difficile”, che tende più a respingere che ad attrarre. Da questa considerazione nasce l’attività dell’Archivio e degli Archivisti per tentare di superare questa barriera e realizzare, come nello scorso anno, una mostra sulle curiosità che si conservano, mentre quest’anno si è puntato su libri che non sono solo libri, ma a volte si manifestano, ieri come oggi, quali vere opere d'arte. Così in questa mostra la carta prende anche un’altra veste che tende ad affiancare il suo significato codificato ed accreditato, per divenire anche  “memoria di se stessa". In quasi mezzo secolo  Antonio Baglivo ha saputo, rispettando il rigore dei contenuti, con una presentazione grafica originale realizzare una presentazione artistica del “libro”, rendendolo un prodotto  che è esteticamente gradevole e predispone ad una lettura ancora più attenta dei contenuti.  La carta, senza trascurare gli altri supporti utilizzati dal Baglivo,  diviene nella mostra Carte dall’esilio, un elemento  costruttivo di una realtà diversa dove la fantasia e l’immaginazione non si accendono solo nel contenuto ma fin dal primo approccio visivo e, quando possibile, tattile del libro.

Renato Dentoni Litta - Direttore Archivio di Stato di Salerno

Documenti da scaricare