Liste di leva

soldatiLe Liste di leva militare

L’Archivio di Stato di Salerno conserva le Liste di leva, redatte annualmente dai singoli Comuni elencando alfabeticamente tutta la popolazione maschile residente in età di visita per leva militare (tra il diciassettesimo e il ventesimo anno di età, secondo le modalità previste dalla legge). Una copia rimaneva presso il Comune ed una veniva inviata all’Ufficio di leva esistente nel capoluogo di provincia o di circondario per le ulteriori operazioni di selezione e di arruolamento.
Nel corso della visita di leva gli elenchi venivano completati con  i caratteri somatici e antropometrici (colore degli occhi e dei capelli, forma del naso, misure della statura e della circonferenza toracica),
nonché l’esito della visita stessa: «abile arruolato» in una delle tre categorie previste, «rivedibile» alla ventura leva, «riformato», «renitente». Gli estremi cronologici del fondo sono 1837-1943. 

 Guida alla ricerca

 L’Archivio di Stato di Salerno riceve periodicamente dal competente Ufficio militare e, considerata la notevole richiesta di notizie proveniente sia dall’Italia che dall’estero, si è ritenuto opportuno iniziare la loro informatizzazione partendo dall’anno più antico che si conservava, vale a dire il 1837. Allo stato attuale si è giunti all’anno 1895 e, secondo le previsioni progettuali, si giungerà al 1900 alla fine del 2015. Il progetto di informatizzazione prevede la rilevazione del cognome e nome del singolo iscritto, della sua paternità e maternità, data e luogo di nascita e della professione. Causa dispersioni avvenute nel tempo non sono pervenute tutte le liste di leva e, pertanto, per alcuni Comuni possono mancare uno o più anni.

  Realizzazione

 La banca dati è stata realizzata grazie alla collaborazione con la Ditta Ales arte lavori e servizi ed in particolare con il Responsabile Business Unit dott.ssa Maria Lanzuise e con il Responsabile della Gestione Operativa dott. Emilio Cattolico della sede di  Napoli. La realizzazione pratica è stata affidata alle signore Francesca Aquino e Maria Desiderio, dipendenti della Ditta Ales.  Il progetto prevede l’informatizzazione dei dati anagrafici tratti direttamente dalla documentazione antica inserendoli in un database appositamente realizzato giungendo, alla stato attuale, a 329204 registrazioni corrispondenti ad altrettanti chiamati alla visita di leva. A completare il lavoro si provvede anche ad un nuovo condizionamento della documentazione, spolverando e spianando i fascicoli e rilegando, quando necessario, con nuovi cartoni di contenimento.