I servizi educativi del Mibac

Centro servizi educativi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Dall'11 dicembre 2014 il Centro per i Servizi educativi del Mibact è stato assegnato alla Direzione Generale Educazione e Ricerca con l'entrata in vigore del D.P.C.M. 29 agosto 2014, n. 171, recante il nuovo regolamento di organizzazione del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.

Il Centro per i Servizi Educativi del Museo e del Territorio ha il compito istituzionale (D. Lgs 22 gennaio 2004, n. 42, artt.118-119) di favorire la conoscenza del patrimonio culturale mediante attività didattiche destinate a diverse categorie di pubblico, con particolare riferimento alle scuole, ed il suo strumento principale è l'Offerta educativa/formativa nazionale.

L'iniziativa configura metodologie e buone pratiche per l'accessibilità al patrimonio e, in accordo con le politiche europee di sviluppo sociale, mira a favorire il coinvolgimento di tutti i cittadini alla vita culturale del Paese, ad ampliare la condivisione dell'eredità storico-culturale, e a partecipare alla sua tutela e valorizzazione.
Promozione della diversità culturale, coesione sociale e dialogo interculturale costituiscono indirizzi prioritari delle policies europee, con l'intento di raggiungere un pubblico sempre più ampio, in particolare coloro che si trovano al margine dei processi partecipativi, le comunità locali, i bambini e i giovani.   

Le indicazioni di contesto per la programmazione dell’offerta educativa/formativa fornite dal MIBAC sono volte ad incrementare la coerenza e l’identità delle azioni della Rete nazionale dei Servizi educativi e a garantire un sempre maggiore allineamento delle proposte progettuali con le politiche nazionali di settore. Si articolano in:

  • paesaggio: “contesto in cui le comunità vivono” da salvaguardare e “strumento di sviluppo, coesione, legalità, educazione e formazione” – La Carta nazionale del paesaggio (14/03/2018)
  • fotografia: “patrimonio storico e linguaggio contemporaneo” da sostenere con “la disseminazione e la conoscenza a vari livelli” – Piano Strategico di Sviluppo della Fotografia in Italia (28/02/2018)
  • turismo culturale: “sostenibile, responsabile e di qualità” nell’ottica di “accrescere la cultura dell’ospitalità“ e “sviluppare nuove competenze e professionalità” – Piano Strategico del Turismo (17/02/2017)
  • cultura digitale: il patrimonio come “uno dei principali ambiti in cui misurare le potenzialità e le opportunità offerte dall’era digitale” – G7 La cultura come strumento di dialogo tra i popoli (30/03/2017)

Offerta formativa 2018-2019 banca dati

Offerta formativa 2017-2018 regione Campania